Immagine Artista Categoria  
Andrea Burger
Andrea Burger nasce nel 1990 a Richterswil. Intraprende la sua carriera musicale a soli 6 anni. Dopo la maturità comincia a studiare la viola con Nobuko Imai, presso l’Alta Scuola di Musica di Ginevra.
Flurin Cuonz
«Ciò che mi affascina della musica sono le infinite possibilità di interpretare un brano. Il termine di perfezione assume vari significati e diventa così chiaro che ogni esibizione è solo un’istantanea.»
Chiara Enderle
«Adoro suonare da solista in orchestra, oppure con stimolanti gruppi di musica da camera. Il mio sogno è rendere sempre più questa passione la mia professione. Inoltre mi interessa molto l’insegnamento e per questo mi piacerebbe molto impegnarmi e accumulare esperienza in campo pedagogico».
Manuela Fuchs
Manuela Fuchs ha conseguito nel 2010 il Bachelor con Laurent Tinguely all’Università della Arti di Zurigo (ZHdK) e ha poi proseguito gli studi con il prof. Klaus Schuhwerk alla Scuola universitaria di Musica di Basilea dove, nell’estate 2012, ha ottenuto con lode il Master in Performance, approfondimento in Orchestra. Dopo aver frequentato un anno integrativo, nell’autunno 2013 proseguirà gli studi nella classe dei solisti.
Emanuel Robert Graf
Emanuel Graf è nato nel 1986 e ha iniziato da giovane, all’età di 14 anni, gli studi di violoncello presso la Hochschule für Musik und Darstellende Kunst di Francoforte. Ha studiato presso il Prof. Wolfgang Emanuel Schmidt a Dresda e dal 2009 è suo assistente presso la Musikhochschule Franz Liszt di Weimar.
Elena Graf
«Voglio dare la mia musica al mondo, avvicinare le persone a qualcosa di più alto e rendere colto il mondo.»
Vladimir Guryanov
Vladimir Guryanov ha debuttato a sei anni con un recital da solista a Mosca. Per le sue prestazioni musicali è stato insignito nel 2006 del premio nazionale russo «Trionfo». Oggi lavora con orchestre rinomate e si esibisce regolarmente in festival internazionali.
Nicolas Indermuehle
«Il mio obiettivo consiste nel promuovere e far evolvere il repertorio per tuba.»
Ashot Khachatourian
Il pianista Ashot Khachatourian è nato il 15 marzo 1984 a Baku/Aserbaidschan . Ha studiato all’Accademia della musica di Arno Babadjanian/Eriwan e ha conseguito il diploma con riconoscimento nel 2001. Nello stesso anno ha vinto due concorsi internazionali (Eriwan e Mosca) per giovani talenti. Di seguito è stato invitato in Svizzera dove ha potuto continuare i suoi studi presso Paul Coker a Neuchâtel e Pierre Goy a Losanna.
Joel Philippe von Lerber
«Vorrei contribuire all’affermazione dell’arpa come strumento solista e dimostrare che si presta a impieghi molteplici, che vanno al di là del suadente sottofondo musicale. In futuro mi piacerebbe lavorare in un’orchestra e collaborare come solista con diverse formazioni di musica da camera».
Vladyslava Luchenko
«Già a tre anni desideravo avere un violino e mi ero risolutamente decisa per questo strumento. Da allora inseguo il mio sogno: diventare una grande musicista. Per me questo significa soprattutto padroneggiare il mio strumento talmente bene da innalzare la musica a linguaggio naturale dell’anima – una lingua comprensibile a tutti.
Edouard Mätzener
«Non voglio mai smettere di imparare: da me stesso in veste di solista, dagli altri interpreti e dai compositori, dai miei partner per la musica da camera e dalle persone in generale - dato che presto o tardi intendo rendere tutte queste ispirazioni e impressioni.»
Karolina Oehman
«Il mio obiettivo è quello di avvicinare la musica contemporanea alle persone.»
François-Xavier Poizat
Franco-svizzero nato nel 1989 e formatosi presso la scuola russa, François-Xavier Poizat inizia la sua carriera all’età di 12 anni quando suona in Giappone in occasione del «Pacific Music Festival».
Kateryna Tereshchenko
«Il mio obiettivo professionale: vorrei tenere concerti di alto livello come solista e musicista da camera e presentare al pubblico qualcosa di nuovo e fresco.»
Jonas Tschanz
«Mi piace in particolare la musica da camera perché esige molta flessibilità. Per me è importante poter dare un carattere personale alle mie interpretazioni, rispettando tuttavia le esigenze della composizione.»
Joseph-Maurice Weder
Joseph-Maurice Weder ricevette le prime lezioni di pianoforte da sua madre all’età di quattro anni. Nel 1999 Joseph-Maurice ha debuttato con il concerto per pianoforte KV 414 di Mozart.