Domi Chansorn

«Vorrei continuare a partecipare al panorama musicale internazionale e a lasciare la mia impronta. La musica come nutrimento nonché fonte di finanziamento fino alla fine dei miei giorni.»

Biografia

I miei obiettivi

«Vorrei continuare a partecipare al panorama musicale internazionale e a lasciare la mia impronta. La musica come nutrimento nonché fonte di finanziamento fino alla fine dei miei giorni. Il mio sogno più grande per la mia carriera è continuare ad essere creativo, esplorare e influenzare numerosi e diversissimi ambiti, in modo che la mia musica, non importa in quali formazioni o progetti, non possa più essere ignorata o diventi addirittura essenziale.»

Biografia

Data di nascita: 11 agosto 1988

Formazione musicale:

2010-2011 Scuola universitaria professionale di Berna Swiss Jazz School Bern
2009-2010 The Collective School of Music, New York
2008-2009 Scuola universitaria professionale di Berna Swiss Jazz School Bern
2004-2008 Liceo Oberaargau (musica) di Langenthal
2003-2004 Liceo Plus (musica) Scuola cantonale di Schüpfheim
2001-2003 Scuola media di Huttwil Livello speciale

Attività musicali:

«Bright times can be dark as well» è il primo album solista di Domi Chansorn con 15 canzoni. La canzone «so many times», appartenente all’album, ha ottenuto il premio principale «Demo of the Year» al Demotape Clinic del festival di musica pop m4music. Il multistrumentista Domi Chansorn ha scritto, suonato, cantato, arrangiato, prodotto, registrato ed elaborato il suo album da solo, dall’inizio alla fine.

Domi Chansorn è inoltre attivo come musicista indipendente. Lavora come percussionista, chitarrista, bassista, cantante nonché arrangiatore, produttore o ingegnere per concerti e sessioni in studio, collaborando con artisti rinomati quali Sophie Hunger, Colin Valon, Django Bates, Oli Kuster, Gabriel Zufferey, Skor, Knackeboul, Lunik, Pamela Mendez, Luk Zimmermann JJ&Palin, Tommy Vercetti, Bounce, Claire Huguenin, Mya Audrey, James Gruntz, Lukas Thoeni, Bash Nicolas Masson, Vincent Ruiz, Pablo Nouvelle, Florian Favre e molti altri.

Repertorio principale

Buona musica, non importa di quale genere.

Premi

  • 2013: ZKB Jazzpreis con Bounce
  • 2013: Credit Suisse Förderpreis Jazz con Bash
  • 2012: Best Arrangement - European Jazz Contest
  • 2012: Premio «Demo of the Year» al Demotape Clinic del festival m4music
  • 2009: 2° posto cat. Drum Set I al Concorso svizzero per percussionisti
  • 2008: Vincitore assoluto del Concorso svizzero per percussionisti

Recensioni

Pressestimmen

Contatto

Domi Chansorn
Spitalstrasse 15
CH–4950 Huttwil

+41 79 326 66 97
www.domichansorn.com
dc_balance@hotmail.com

Prossimi eventi

www.domichansorn.com

Eventi passate

  • Jazzfestival, Willisau
  • Blue Balls Jazzfestival, Lucerne
  • De Nachten, Antwerpen
  • Jazzfestival Berne
  • Montreux Jazzfestival
  • Imagine Festival, Basel
  • Wuhrplatzfest, Langenthal
  • Popmusikfestival m4music, Zurich
  • Gurten Festival, Bern
  • St. Gallen Open Air
  • Quellrock Festival, Bad Ragaz
  • Musikfestwoche, Winterthur
  • Das Festival, Schaffhausen
  • Stanser Musiktage, Stans
  • Cully Jazzfestival

DVDs / CDs:

Free Album Download:
Domi Chansorn (als Solokünstler): «bright times can be dark as well» – www.domichansorn.com

Videos:

Videos von Domi Chansorn (als Solokünstler):
vimeo.com/38100951 (Mit der grösseren Liveband von Domi Chansorn)
vimeo.com/31703631 (Trailer zum Debutalbum)
vimeo.com/34111742 (Mit der kleinere Liveband von Domi Chansorn, ein Cover von James Blake)
www.youtube.com/watch?v=3HeA1wLoQbQ (ein Kurzfilm entstanden im Jahr 2010)

Audio:

Songs von Domi Chansorn als Solokünstler:

  • «One of those things (Live)» – mp3 – Wurde aufgenommen an der Plattentaufe von meinem Debut.
  • «So many times» – mp3 – der Sieger der Demotapeclinic 2012 in der Kategorie Pop und Demo of the year (zu hören auf DRS3, DRS Virus, Couleur 3)
  • «Travel» – mp3 – von meinen ersten öffentlichen Songs, First Try.
  • «When nothing seems to be fake anymore» – mp3 – bright times can be dark as well (zu hören auf Couleur 3)

Il materiale messo a disposizione può essere utilizzato dagli addetti alla stampa, in modo integrale o parziale, previa indicazione della fonte.