Anna Nero

«Nella mia visione voglio avvicinare le persone alla musica classica. Amo tanto la musica classica suonata in spazi nuovi, magari combinata con altre discipline artistiche, quanto quella suonata nelle sale da concerto e nelle chiese. In veste di cantante cerco la collaborazione e lo scambio con altre musiciste e altri musicisti.»

I miei obiettivi

«Nella mia visione voglio avvicinare le persone alla musica classica. Amo tanto la musica classica suonata in spazi nuovi, magari combinata con altre discipline artistiche, quanto quella suonata nelle sale da concerto e nelle chiese. In veste di cantante cerco la collaborazione e lo scambio con altre musiciste e altri musicisti. Il mio desiderio è di avvicinare la gente attraverso la musica – in tutto ciò il mio canto deve sapere commuovere e ispirare.»

Biografia

Anna Nero, nata a Zugo nel 1990, studia canto classico con Peter Brechbühler alla Hochschule di Lucerna. Dopo l’ottenimento del Master in Arts of Performance segue le lezioni di Sandra Trattnigg a Zurigo. Completa la sua formazione attraverso dei corsi di Master con Margreet Honig e Brigitte Fassbaender, e prende lezioni da Yvonne Naef e Ton Koopman.

Tra i ruoli del suo repertorio vi sono Eloisa («Bianca & Fernando»), Tisba («Cenerentola»), interpretate al Sommerfestival del 2018 nel Castello di Hallwyl, Rosina («Il Barbiere di Siviglia»), Dorabella («Così fan tutte»), Cherubino («Le Nozze di Figaro») e il Principe Orlofsky («Il pipistrello»). Nel 2019 debutterà al Teatro di Lucerna nei panni di Annina ne «La Traviata».

In qualità di mezzosoprano freelance è attiva anche come solista da concerto. La si può sentire nell’Ensemble Corund e nella Singakademie di Zurigo. Anna Nero è membra fondatrice del Colléctif Visionnaire, che si occupa di eseguire opere per quartetto canoro e d’archi e musica improvvisata.

Punti forti del repertorio

La sua voce si presta sia agli spartiti per mezzosoprano sia a spartiti antichi in opere sacre. Il suo repertorio concertistico comprende tra le altre cose gli Oratori di J.S. Bach, il «Messia» di Händel, lo «Stabat Mater» di Pergolesi e la «Petite Messe Solennelle» di Rossini.

Riconoscimenti

  • 2016: Premio di studio del Percento culturale Migros
  • 2015: Premio di studio del Percento culturale Migros
  • 2014: Vincitrice della Fondazione Elvira Lüthi-Wegmann

Contatto

Anna Nero
Hallwylstrasse 74
CH–8004 Zürich

+41 79 627 06 36
hello@annanero.ch
www.annanero.ch

W. A. Mozart: Parto, parto («La Clemenza di Tito»)


 

 


Gioachino Rossini: Una voce poco fà («Il Barbiere di Siviglia»)


 

 


Hugo Wolf: «Die Zigeunerin» (2016)


 

 


Schumann: «Zigeunerliedchen II» (2016)


 

 


Il materiale messo a disposizione può essere utilizzato dagli addetti alla stampa, in modo integrale o parziale, previa indicazione della fonte.